Ristrutturazione interni Roma foto

In questo articolo troverete delle riflessioni importanti sulla ristrutturazione di interni a Roma.

Arriva un momento nella vita di tutti in cui bisogna fare dei cambiamenti ai propri beni immobili.

Quando si parla di ristrutturazione di interni, tuttavia, non si intende solo il rifacimento delle abitazioni private, ma anche quello di negozi, uffici, studi medici o grandi strutture.

Non è qualcosa che si fa spesso, ma tutti noi almeno una volta nella vita abbiamo avuto o avremo l’esigenza di ristrutturare casa, cambiando radicalmente il look della nostra dimora. I motivi possono essere legati all’usura della struttura o semplicemente alla necessità di far fronte a nuove esigenze.

Ristrutturazione interni Roma: costi

Prima di iniziare dei lavori, occorre fronteggiare il problema dei costi di ristrutturazione. È bene richiedere un preventivo da varie aziende per poter confrontare i prezzi e decidere ciò che farebbe meno male alle nostre tasche.

Una volta scelto chi si occuperà dei lavori, discutete con l’architetto del progetto. Spiegategli per filo e per segno tutto quello di cui avete bisogno, parlate del vostro budget e dei materiali che saranno acquistati. Generalmente i sopralluoghi sono gratuiti nel momento in cui richiedete il preventivo, questo vi permetterà di scegliere la ditta che fa al caso vostro.

Ristrutturazione interni Roma: bonus ristrutturazioni

Da qualche tempo il Governo fornisce dei bonus fiscali per le tutti quelli che si accingono a fare delle ristrutturazioni. Attenzione però, alle agevolazioni è possibile accedere solo fino al 31 dicembre 2017, salvo proroghe nella Legge di Bilancio 2018

Ristrutturazione interni Roma: i passaggi

Prima di dare il via ai lavori, assicurati di avere un posto dove mettere i tuoi mobili (delle stanze che non verranno toccate, un garage, una cantina ecc.). La prima fase dei lavori è quella dello smantellamento e della rimozione dei materiali. In questo step la tua camera (o la tua casa) diventerà uno scheletro e sarà pronta per essere rinnovata. Quando si parla di smantellamento e rimozione si intende anche, se necessario, la rimozione degli impianti idraulici, elettrici, fognari ecc.

A questo punto la casa sarà predisposta ai nuovi interventi. Ad esempio verranno create le basi in cemento per il futuro pavimento e saranno gestiti gli spazi per i nuovi impianti.

Terzo step: montaggio degli impianti. Questo passaggio è molto importante ed è necessario che sia fatto nel migliore dei modi possibile per non dover fronteggiare problemi futuri. Le tubature per l’acqua, i riscaldamenti, le fogne o gli impianti elettrici devono essere posizionati con la massima cura e nelle zone giuste.

Quarto passaggio è l’isolamento. Anche per questa fase della ristrutturazione degli interni sono previste delle agevolazioni fiscali, perché avere una casa con un buon isolamento contribuisce al risparmio energetico globale (e a un alleggerimento delle nostre bollette!). La caldana e i pavimenti sono i passaggi successivi. Che siano mattonelle o parquet, fate in modo che tutto sia perfetto!

Ristrutturare casa: l’arredemento

Una volta che avete finito di ristrutturare casa, non vi resta che pensare all’arredamento. Se avete messo in deposito i vostri mobili vecchi è arrivato il momento di riprenderli. Se avete intenzione di comprarne di nuovi non vi resta che dare sfogo alla creatività.